Crac. Una parola-performance per Motus

Ieri sera, 7 settembre, alla Sala Il lavatoio di Santarcangelo, Motus ha riallestito la performance Crac, commissionata dal Madre di Napoli e dalla Galleria Toledo e progettata nell’ambito delle residenze creative del progetto dimore all’Arboreto di Mondaino, partner di Motus nel più ampio progetto X (ics) racconti crudeli della giovinezza. Ne avevamo parlato qui e qui.

Non è un caso – si diceva anche con Daniela Nicolò, che insieme a Enrico Casagrande firma ideazione e regia – che questo tipo di lavoro sia adatto al contesto espositivo più che teatrale in senso stretto. La dimensione della performance infatti è quella che meglio caratterizza un’azione in cui alla potenza evocativa ed estetica del visual design (rigorosamente live di Francesco Borghesi), riflessi di finestre, tappeti di luce, eclissi… si integra il sound environment (Casagrande e Roberto Pozzi; collaborazione tecnica di Giancarlo Bianchini/Arto-Zat) per presentificare la città, un immaginario metropolitano affascinante e inquietante, con le sue sirene, rumori di scontri, che in immagine ricordano i vecchi videogame, le voci raccolte per Napoli e Roma (segni anche della nostra attualità in campo politico). Il tutto in perfetta sincronia con il corpo poetico di Silvia Calderoni.

La “figurina bianca”, così leggiamo, “viaggia, combatte, si arrende, si alza di nuovo, instancabile nel tentativo di ridefinire i confini che tendono a delimitare, chiudere, separare. Tutto sembra precipitare, corrompersi, ma alla fine una nuova piantina dallo sfacelo nasce” .

Forme e contenuti della performance – e in particolare di questa performance – che esortano a mettere in campo una forma di resistenza – “partitura fisica d’emergenza” mentre aspettiamo “l’ora X del pianeta”. Non senza un po’ speranza però. In fondo, mi sembra di capire, dipende da ognuno di noi resistere o lasciarsi “separare”.

Advertisements

Un pensiero su “Crac. Una parola-performance per Motus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...