Immagini (e immaginario) del Materacamp2008

 

Patchwork di Fabio Fornasari

Che esperienza il Materacamp… Dal luogo alla dimensione social, dall’ospitalità meravigliosa (e qui non posso non spendere una parola almeno per Clarita, Gianfranco, Catepol) alla qualità degli interventi, dagli amici ritrovati di SecondLife alle nuove conoscenze. Il senso è quello che emerge da twitter e dai post. Immagini e immaginario dalla profusione di foto. Sono già più di 1000 su Flickr.

Qui mi viene da pensare alla revisione del rapporto fra pubblico e privato che comincia a connotare, ad esempio, molti dei convegni a cui partecipiamo e anche a come l’immagine pubblica di sè, che gira, e che fa piacere che ci sia perchè ci fa sentire parte di una “comunità” (?), si scontri con un’idea privata di sè, o con un’immagine estetico/pubblica che si vorrebbe un po’ salvaguardare. In alcune io sono veramente un mostricciattolo verde!! 🙂

Annunci

15 pensieri su “Immagini (e immaginario) del Materacamp2008

  1. Non so come più come chiederti scusa per essere andato via senza salutarti. Perdonami, avevamo fatto tardi e dovevo accompagnare i miei amici…., si ma non ci sono scuse

  2. Ho scelto un poco il silenzio per non perdermi il gusto… per questo ho cercato di raccontare per immagini.

    Nel tibet si prega facendo girare vorticosamente dei rulli istoriati e per questo ho fatto:nel mio post l’istoria di un ideale cilindro di preghiera materano. Come te credo sia stata cosa davvero speciale.

  3. @vitocola, ti giuro, non c’è problema. E’ stato bello conoscerti di persona.
    @clarita grazie a voi, veramente
    @elena… uhm, grazie
    @sensingplace you’re so sensitive 🙂

  4. mi ha fatto piacere conoscerti (non è vero che sei un mostriciattolo eh)
    Le foto son belle son tante però è uno spasso ripercorrere tutti i momenti, con lo sguardo degli altri. baci

  5. Sull’interrogativo dopo “comunità” forse .. in un contesto come il Materacamp (prima, durante e dopo) .. si riuscirà a saperne di più (?)
    Non credo si tratti di “comunità”; penso spesso a “small pieces loosely joined” .. tradotto con un “arcipelago web” ( http://splj.mucignat.com ) che però non mi piace; invece di “joined” avrei preferito “coupled” .. probabilmente come eco del CERN .. dove studiano la struttura della materia e dove le interazioni deboli (se non ho capito male) pare siano alla base di legami forti.
    Insomma .. vado ancora, a dispetto degli anni e della saggezza che dovrebbe accompagnarli .. a tentoni 😉
    Sto rimuginando idee sull’ICT e sul peccato originale (una trasposizione di quello della cripta).
    Chissà!?

  6. @WAI2WAI Uso il termine “comunità” con le pinze per pudore sociologico. Anche l’idea dei legami deboli mi è familiare (i miei colleghi sorrideranno). Ti ringrazio per queste riflessioni e per aver ricordato la gita alla chiesa rupestre.

  7. @Catepol è stato un gran piacere anche per me conoscerti di persona e concordo sul fatto che le foto servano per farci ripensare alle belle escursioni, al camp, alle serate, agli amici nuovi e meno nuovi.
    @Valentina le prossime volte ci si va con pargolo al seguito. Ho visto degli “husband” molto impegnati… anche delle mamme a dir la verità. Anzi, le mamme… de più!
    @Zatchkal anche per me ritrovare Deneb e scoprire Laura è stato un piacere incredibile!

  8. Purtroppo non ho avuto il piacere di discorrere con lei al Materacamp, ma apprezzo molto i suoi studi sociologici applicati allo spettacolo e alle nuove forme di comunicazione. La leggo con estemo piacere.
    PS: Ho trovato chi mi dà il pezzettino di foto 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...