Arte in SL. Note sull’incontro con Gerosa all’unAcademy

unconference_gerosa_3.jpg

Anche se i malanni e la connessione audio terribile mi hanno impedito di seguire come avrei voluto l’incontro con Mario Gerosa/Frank Koolhas, qualche idea e soprattutto qualche domanda me la sono fatta. Tra l’altro, grazie ai tempi morti dal parrucchiere e grazie alla mia capacità di resistenza alle tentazioni (leggere le riviste di gossip invece di un libro), sono arrivata alla conferenza un po’ preparata dalla lettura del libro Second Life.

Troviamo il resoconto di GBA sull’incontro sul blog dell’unAcademy nel post Prima conferenza di Ua: conversazioni tra avatar per cui mi limito ad alcune considerazioni.

Per come la vedo io, e da quel che ho capito quando se ne parla fra di noi, SL è uno spazio della comunicazione, cioè del sociale. Corrisponde a un immaginario – quello della videocultura globalmente intesa – che è noto e perciò stesso ben riconoscibile, per certi versi imprescindibile. A questo immaginario rimandano anche le forme estetiche prodotte in SL. Si tratta di vedere allora come gli artisti, ognuno a modo suo, combinano i linguaggi che hanno a disposizione per produrre forme inedite: ma questa è una questione dell’arte tout court non dell’arte in SL. Senza dimenticare poi che anche la comunicazione artistica è ricorsiva, rimanda ad altra comunicazione, cita, riproduce, si pone come comportamento recuperato (per dirla con la teoria della performance).

Domanda: qual è il sistema deputato a decretare l’adeguatezza di un’opera? Sarei portata a dire che lo possa fare il sistema sociale dell’arte, a meno che SL non sia un sistema sociale a sé con un suo sistema dell’arte che decide cosa è arte e cosa non lo è. Ma questo ancora non lo so, direi proprio di no.

Certo è che in SL sperimentiamo forme del possibile altrimenti (della realtà della first life) che possono ispirare la creatività estetica e dell’architettura ad esempio – come sostiene Fabio/Asian – e che dipendono dalla possibilità di volare, teleportarsi, prescindere dalla forza di gravità (se così non fosse sarei morta 100 volte).  

Se non ho capito male per Gerosa la frontiera più interessante riguarda la qualità estetica dell’avatar. Questo è interessante perché vuol dire che, com’è nella logica della rete, ognuno può lavorarci su. Fare del suo avatar un’opera d’arte insomma, che poi a ben vedere questi erano i presupposti delle Avanguardie per cui, ancora una volta, “niente di nuovo sotto il sole”. Il dubbio sorge spontaneo di fronte a certi avatar femminili che più che tentare un’estetica dell’apparizione sembrano cogliere l’occasione per costruirsi un’immagine sexy, molto mainstream.  

Il che rimanda alla questione della moda. SL non mi sembra per niente una fucina di idee nuove per il fashion. Vorrei anche vedere in quale produzione Miuccia Prada si sarebbe ispirata ai videogiochi e simili perché proprio non mi viene in mente. In ogni caso mi sembra che il rapporto possa essere visto per lo meno in termini di determinazione reciproca proprio perché dobbiamo ragionare nel contesto di un immaginario meta-territoriale sulla base del quale la moda si avvale, per poter cambiare sempre, delle fonti più svariate (dalla strada alle sub-culture, dal cinema ai videogiochi, ecc.) per poi diventare essa stessa catalizzatore potentissimo dell’immaginario e dei comportamenti. 

Trovo invece che SL sia uno spazio interessante per la performance: sia per i casi come l’omaggio in forma di “cover” ai grandi performer del passato realizzato dagli 0.1.org, sia per la realizzazione di eventi basati sul coinvolgimento dei partecipanti. Ma si vedrà.

Per ora mi aspetterei che la si smettesse di applicare la distinzione reale/virtuale. SL sta proprio a dimostrare la sua inadeguatezza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...